Gruppo Brescia Mobilità
Pubblica amministrazione

SERVIZIO TECNICO DI VERIFICA PREVENTIVA AI FINI DELLA VALIDAZIONE, AI SENSI DELL’ART. 26 DEL DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2016, N. 50, DEL PROGETTO DEFINITIVO, RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DELLA PRIMA LINEA TRANVIARIA DI BRESCIA “T2” (PENDOLINA - FIERA).

Oggetto: SERVIZIO TECNICO DI VERIFICA PREVENTIVA AI FINI DELLA VALIDAZIONE, AI SENSI DELL’ART. 26 DEL DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2016, N. 50, DEL PROGETTO DEFINITIVO, RELATIVO ALLA REALIZZAZIONE DELLA PRIMA LINEA TRANVIARIA DI BRESCIA “T2” (PENDOLINA - FIERA).
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di valutazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 812.035,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 812.035,00
CIG: 9238485EFC
CUP: C81B21013200005
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Brescia Mobilita' spa
Data pubblicazione: 30 maggio 2022 16:15:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 13 giugno 2022 23:00:00
Data scadenza: 21 giugno 2022 13:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
Per richiedere informazioni: Ufficio approvvigionamenti e magazzino - jleotta@bresciamobilita.it

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
CV MG CIG 9238485EFC 23/06/2022 08:53 Curriculum commissari
CV MR CIG 9238485EFC 23/06/2022 08:54 Curriculum commissari
CV SS CIG 9238485EFC 23/06/2022 08:55 Curriculum commissari
BSM Det 1099 30.5.2022 30/05/2022 15:58 Determina a contrarre
Nomina Commissione CIG 9238485EFC 23/06/2022 08:48 Determina di nomina della commissione di gara

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

Con riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui all’art. 7.3 g) del Disciplinare, è scritto che le referenze maturate dal concorrente alle ID IA.03 e IB.08 possono essere impiegate per comprovare i requisiti di cui alle ID T.02 e T.03. Si chiede se, stante questa analogia, sia possibile anche il viceversa, ovverosia che le referenze maturate dal concorrente alle T.02 e T.03 possono essere impiegate per comprovare i requisiti di cui alla IB.08. 

Risposta:

Si conferma.

Chiarimento n. 2

Domanda:

Si chiede la possibilità di ricevere i file editabili in formato word.

Risposta:

Si precisa che i fac-simile allegati al Disciplinare di gara, ed il DGUE, in formato word sono pubblicati nell’apposita piattaforma, “Documentazione gara”, “FILES EDITABILI”.

Chiarimento n. 3

Domanda:

Si richiede un chiarimento in merito ai requisiti tecnici. Nello specifico, in relazione all'esecuzione di un servizio di verifica sviluppato in modalità BIM di importo lavori pari ad almeno 20.025.200,00 €, si richiede di estendere il requisito ai servizi di progettazione/direzione lavori (in linea con gli altri requisiti di capacità tecnica e professionale) al fine di non limitare la concorrenza.

Risposta:

Si conferma quanto previsto al paragrafo 7.3., lett. h), del Disciplinare di gara.

Chiarimento n. 4

Domanda:

Sarebbe possibile avere il dettaglio dei punteggi tecnici per questa gara? 

Risposta:

Si rimanda a quanto previsto al paragrafo 18. del Disciplinare di gara.

Chiarimento n. 5

Domanda:

Con riferimento al CRITERIO A, professionalità e adeguatezza dell’offerta, si chiede di confermare che la relazione da presentare relativamente ai due servizi pregressi, sia composta complessivamente in non più di 10 cartelle formato A3 (e quindi 10 per il servizio n.1 e 10 per il servizio n.2)

Risposta:

Si conferma quanto previsto al paragrafo 16., lett. A., del Disciplinare di gara.

Chiarimento n. 6

Domanda:

Con riferimento a quanto indicato a pag. 13 del Disciplinare in ordine all’iscrizione dei concorrenti al “Casellario delle società di ingegneria e professionali”, si chiede di confermare che tale richiesta debba essere intesa come un refuso in quanto il citato comunicato ANAC del 22/03/2017, così come l’art. 24 commi 2 e 5 del Dlgs 50/2016 a cui fa riferimento il suddetto comunicato, si riferiscono ad incarichi di progettazione e non di verifica della progettazione (cfr. art. 26 Dlgs 50/2016).

Risposta:

Come previsto al paragrafo 7.1., lett. a), del Disciplinare di gara, i concorrenti devono essere in possesso dei requisiti di cui al DM 263/2016, per la comprova dei quali è prevista l’iscrizione al “Casellario delle società di ingegneria e professionali” istituito presso l’A.N.A.C.; in ogni caso, la mancata iscrizione al “Casellario delle società di ingegneria e professionali” non costituisce automatica causa di esclusione.

Chiarimento n. 7

Domanda:

Con riferimento al requisito dei servizi “di punta”, si chiede conferma che nei casi in cui è previsto l’utilizzo della ID IA.03 si possa utilizzare la ID IA.04, avente medesima destinazione funzionale e grado di complessità maggiore rispetto alla ID IA.03, secondo DM 17.06.2016. 

Risposta:

Si conferma.

Chiarimento n. 8

Domanda:

1) In caso di RTI tra società italiane e società estere, si chiede conferma che per i professionisti del gruppo di lavoro sia richiesta una adeguata conoscenza delle normative applicabili e della lingua italiana superiore al livello B2 secondo gli standard europei di riferimento

2) Con riferimento alla composizione minima del gruppo di lavoro di cui all’art. 9.4 del Capitolato e in particolare con riferimento alle figure 15, 16 e 17 (BIM Manager, BIM Coordinator e BIM Specialist), si chiede conferma che siano richiesti professionisti in possesso di certificazione ai sensi della norma UNI 11337.

3) Con riferimento al criterio A professionalità e adeguatezza dell'offerta tecnica, si chiede conferma che si debbano utilizzare esclusivamente servizi di verifica ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 50/2016 (Verifica preventiva della progettazione) e pertanto, a titolo esemplificativo, non possano essere ritenuti idonei esami del progetto nell’ambito di servizi di controllo tecnico ai fini assicurativi (rilascio polizza decennale postuma)

4) Con riferimento al criterio A professionalità e adeguatezza dell'offerta tecnica, si chiede conferma che si debbano utilizzare esclusivamente servizi di verifica che risultano completati alla data di pubblicazione del bando di gara (30 maggio 2022)

5) Con riferimento al criterio A professionalità e adeguatezza dell'offerta tecnica, si chiede conferma che ciascuno dei due servizi presentati sia valutato secondo i due sub-criteri A.1 e A.2 di cui alla Tabella n.3 a pag. 46 e che non sia invece da intendersi il sub-criterio A.1 riferito al primo servizio e il sub-criterio A.2 riferito al secondo.

 

Risposta:

1) Si rimanda a quanto previsto dalla documentazione di gara.

2) Si conferma.

3) Si conferma.

4) In analogia a quanto previsto al paragrafo al paragrafo 7.3. del Disciplinare di gara, “i servizi valutabili sono quelli iniziati, ultimati e approvati ovvero, nel caso di servizi iniziati in epoca precedente, la parte di essi ultimata e approvata” alla data di pubblicazione del Bando; si rimanda, per maggiori dettagli, a quanto previsto a pagg. 18 e 19 del Disciplinare di gara.

5) Si conferma.